Secondo l’opra habbiamo l’merto

Cristofano Bertelli, "Cristo giudica il mondo"

 

In questa incisione di Cristofano Bertelli, intitolata “Cristo giudica il mondo” (XVI sec.) è raffigurato un processo davvero notevole: la natura genera l’uomo, bagnando la terra col latte dei suoi seni; la creatura sale la scala, ed entra nella sfera del tempo, in cui viene destinato al bene o al male; da lì cade nell’Inferno, o tenta la salita verso la cima del monte in cui si trova il Cristo.

“Natura ci produce, Entriam nel Mondo,
Che pien di fumo, e pien d’error si vede;
L’un lascia Carità, Speranza e Fede,
L’altro le segue, e tal vive giocondo,
Ve l’Angelo, e Pluton ch’a tondo a tondo
Ci giran; segno è che beata sede
Vuol possessore, che sia fatto herede
Per esser fatto da peccati mondo
Il Tempo assegna l’hora a chiunque, e Morte
Tutti ci crolla, e fa cader al basso
Ove secondo l’opra habbiamo l’merto
E ch’ama la Superbia (sia pur certo)
Lussuria, et Avaritia, sarà casso
Di giù pel monte alla superna Corte.”

 

 

Cristofano Bertelli, "Cristo giudica il mondo"

Il principio della generazione, la vita che nasce dalla terra ed è destinata a tornarvi:
“Del tutto Madre son detta Natura
Chi da me nasce giunge in sepoltura”

 

Cristofano Bertelli, "Cristo giudica il mondo"

 

Gli uomini appena generati entrano nel cerchio del tempo. La ruota degli anni è fatta girare da una coppia di nemici, opposti in maniera speculare.

L’angelo ammonisce:
“Fuggite il vizio con ogni potere
Se non con pena andrete nel profondo”

Il diavolo, invece, suggerisce:
“Datevi pur piacer godete il mondo
Ch’altro già mai non sepe per havere”

 

Cristofano Bertelli, "Cristo giudica il mondo"

 

Il settaccio che vaglia le anime, fra la morte e la personificazione del tempo.

Della Morte è scritto:
“Non pensi alcun per roba, o per acquisto
Di gran Tesor, di Nobiltade o Fama
Fuggir da me, che fui signora a Christo”

Riguardo al Tempo, invece:
“Scorrendo l’hore, il compasso misura
La vita di ciaschuno; onde dovreste
Haver dell’Alma nostra buona cura.”

 

Cristofano Bertelli, "Cristo giudica il mondo"

 

Personificazione delle insidie spirituali che portano alla perdizione.

“Superbia noce in quest’
e n l’altro mondo”

“Lussuria, l’Alma al gran foco condanna”

“Chi troppo ama l’denar
molto s’inganna”
(Avidità, tradizionalmente associata al rospo)

 

Cristofano Bertelli, "Cristo giudica il mondo"

Le pene dell’Inferno, in cui ricadono i peccatori.
“-Io non pensavo mai giongier a questo
-Vi dovevi pensar, hor vien giù presto”

 

Cristofano Bertelli, "Cristo giudica il mondo"

La punizione della donna presenta dei toni marcatamente sessuali.
“Non tanto mal ch’io peccai come donna.
E come donna sarai tormentata”

Probabilmente ciò che l’artista intende è che la donna chiede clemenza scusandosi in quanto la sua natura è incline peccato, mentre il diavolo la punisce proprio per questo.
Ovviamente tali considerazioni vanno calate nel contesto storico in cui la stampa è stata realizzata.
Sarebbe facile, da questo dettaglio, pensare ad un pregiudizio misogino, ma occorre dire che vi sono anche molti dannati maschi, e per opposto incontreremo la donna anche sul monte che porta alla salvezza.

 

Cristofano Bertelli, "Cristo giudica il mondo"

 

Contrapposte a Lussuria, Avidità e Superbia troviamo Fede, Speranza e Carità.

“Ch’ha fede al Mondo, in Ciel sarà felice”
“Ch’usa la Caritade, usa buon seme”
“Felice sarà quel ch’ama la speme”

 

Cristofano Bertelli, "Cristo giudica il mondo"

Il monte che porta alla salvezza. E’ una scalata difficile, e molti cadono per aver messo un piede in fallo.
Il testo in latino è “Venite ad me omnes qui laboratis et onerati estis, et ego reficiam vos”:
“Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò.” (Vangelo secondo Matteo, 11:28)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...